Vincere il cancro alla prostata

Tumore alla prostata: cause e sintomi

Diffondere codice iperplasia prostatica in CIM 10

Chiunque si metta a leggere queste righe prenda nota di un nuovo aforisma, di una nuova massima presa da nessuno e firmata da me medesimo:. Se guarisci il vincere il cancro alla prostata sai guarire tutte le malattie. Se non guarisci il cancro non guarisci un bel niente, nemmeno il raffreddore. Oppure, molto più probabilmente, verrebbe oscurato e messo in condizioni di non nuocere dalle industrie farmaceutiche che vivono e speculano proprio sulle malattie cosiddette inguaribili.

Chiamo questo documento non più tesina ma tesi di Laurea in Medicina Vera ed Autentica. La dedico alla mia Famiglia perseguitata, ai tanti amici che mi seguono, ai miei tanti sostenitori di qualsiasi livello, a tutta la gente spaventata dal bisturi e dalla chemio, alla stessa HSU e agli studenti che si stanno dando da fare in modo encomiabile ed entusiasta per dare un senso e una dignità al loro lavoro, al loro sacrificio e al loro coraggio.

Una tesi viene ascoltata e valutata da una Commissione di Vincere il cancro alla prostata. Provengo da 10 anni di prove scritte e orali continue e ho messo nelle mani della gente tesine circa, sempre a disposizione gratuita per chi vincere il cancro alla prostata vuole cercare, leggere e studiare.

Sarà pertanto la gente a giudicarmi e a darmi il voto finale. Ovvio che per me il e lode in Medicina Autentica è già raggiunto quando questo documento verrà letto e fatto circolare, ed anche tradotto con urgenza, in ogni punto possibile, col vincere il cancro alla prostata delle nuvolette indiane.

Il cancro rimane infatti agli vincere il cancro alla prostata dei medici e della gente, e purtroppo anche agli occhi delle statistiche, rimane la malattia più insidiosa, misteriosa, spaventevole e mortale mai apparsa sulla terra. Pamio stesso ha pubblicato negli ultimi anni diversi lavori sul tema. Pure io modestamente ne ho un centinaio e oltre sul blog. Migliaia di altri lavori da parte di altri autori alternativi, non-qualificati e non minimamente considerati dalle fonti mediche, saranno stati faticosamente messi in circolo.

La medicina ignora sdegnosa quanto avviene al di fuori del suo dominio. Pertanto le cifre sopra citate vincere il cancro alla prostata ulteriormente incrementate. Ci sarebbe, come scrive Maurizio Blondet, il crollo e la scomparsa di interi protocolli medici di intere cattedre di oncologia. Professori, docenti e primari di chiara fama sarebbero oscurati, interi reparti di mammografia, di chemio e di radio smantellati, alti stipendi ed alti emolumenti non più pagati. In America oltre 10 anni di guerra al cancro da parte di Richard Nixon ha portato alla rovina delle casse dello stato e a una inarrestabile moltiplicazione dei morti per cancro, al punto che la medicina si è trovata senza più fondi per la sua sopravvivenza, squattrinata al punto di doversi inventare tramite la CDC-Central Disease Control la farsa Aids per ripristinare nuove fonti di finanziamento.

Per approfondire leggi la mia tesina Aids non malattia ma programma di governo. Ogni anno vincere il cancro alla prostata mondo 12,7 milioni di persone sono colpite da tumore. Solo in Italia su basi giornaliere oltre persone ricevono una diagnosi di tumore maligno. Oltre Cifre tonde in Italia Negli USA i dati sono ancora più evidenti.

Se ci sono Parlare di cancro, di malattia e di salute significa già percorrere un terreno minato, significa travalicare le transenne del lecito ed vincere il cancro alla prostata in un recinto medico difeso da filo spinato e corrente elettrica.

Il problema centrale non è più quello di capire cosa è vincere il cancro alla prostata cancro e come si risolve, ma di stabilire:. Chi scrive questo articolo è tuttora a metà giugnosecondo il procuratore della Repubblica di Pordenone, persona indagata per crimine di abuso medicina, per aver trattato verbalmente il problema, per aver espresso opinioni libere su tumore, cancro e Aids, pur essendo privo di laurea in medicina, nonché per aver parlato di alimentazione non avendo laurea in scienza della Nutrizione da rilevare che lo scrivente possiede invece laurea in Naturopatia e Filosofia-Scienze Comportamentali, oltre a quella in Economia e Commercio.

A questo punto, se davvero volessi continuare col mio presunto crimine di falso medico in azione culturale, farei bene almeno a tutelarmi con la solita frase giaculatoria di rito. Per coerenza e rispetto di tutti, inclusi i medici onesti e trasparenti per i quali provo ovviamente tutta la stima possibile, confermo di sostenere teorie che sono in netto contrasto con la visuale medica convenzionale la quale non è affatto divina, irreprensibile vincere il cancro alla prostata impeccabile.

Invito anzi chi legge a non aspettarsi grandi cose sul piano curativo da quel tipo di medicina, al di là delle strette emergenze da pronto soccorso, e al di là delle assunzioni di responsabilità sul piano legale.

Non andare dal Medico. Stai Male? Di questo scottante tema chiamato Tumore e Cancro ne ho parlato e scritto vincere il cancro alla prostata iosa come risulta da diversi testi in circolazione, in un centinaio di conferenze e in tanti articoli pubblicati sul mio blog e su diversi altri siti. Allora come oggi rimango sulle mie posizioni, non per qualche vincere il cancro alla prostata di prigionia mentale vincere il cancro alla prostata di dogmatismo, o di pregiudizio anti-medico.

Il fatto è che la gente continua ad ammalarsi e vincere il cancro alla prostata farsi curare malamente. La gente continua a fidarsi di quel metodo e continua a soffrire e a vincere il cancro alla prostata prima del tempo. Tutto procede disinvoltamente come niente fosse, senza che venga mai apportata una variazione, senza cambiare nemmeno una virgola.

Ho visto amici vicini e lontani di ogni ceto sociale cadere uno ad uno come dei birilli. Le donne sono poi le vittime più tartassate dal sistema.

Eppure niente si muove e niente succede. Non sarà che siamo fuori di testa? Non è che ogni nostro amor proprio è andato letteralmente a farsi fottere? La vita e la fortuna dei medici dipende dalla malattia, non dalla salute. Se si previene davvero il cancro viene a mancare una delle maggiori fonti di sussistenza degli ospedali. Ebbene, non uno solo di questi segnali è da attribuirsi al cancro. I gonfiori al seno sono solo dilatazioni vincere il cancro alla prostata, dilatazioni di ghiandole linfatiche, e in un caso su 9 milioni si tratta di cancro, poiché non si deve confondere mastite e altre infiammazioni simili col cancro.

Emorragie irregolari degli intestini possono significare emorroidi. Emorragie e perdite della vagina possono significare catarro, mestruazioni irregolari e altro ancora. Le ulcere che non si cicatrizzano sono un fatto comune nella stressante vita civilizzata. Di notte non riescono a dormire. Hanno crisi di pianto. Timore, paura e apprensione distruggono celermente la loro salute. La fobia del cancro è peggiore del cancro stesso, è ancor più fatale del cancro. Per venire a capo di qualsiasi problema occorre conoscerlo, o almeno andarci vicino.

La medicina convenzionale allo stato attuale appare essere la meno indicata, non fosse altro che per le sue referenze super-rovinose e i suoi curriculum super-fallimentari.

Non solo non fa nulla di concreto per conoscere o andarci vicino, ma sembra fare di tutto e di più per non risolverlo, per stare alla larga da ogni soluzione sensata e logica.

Non mancano oggi grandi insegnamenti sia in campo medico che fuori. Ovvio che alla HSU abbiamo avuto una lunga serie di docenti eccezionali italiani e stranieri che non sto qui nemmeno ad elencare e che ci hanno dato straordinari contributi di freschezza e originalità scientifica.

Ne ho parlato ampiamente nelle tesine scorse e li ringrazio tutti di cuore. In questa circostanza focalizzo su Lanctot e Urech per gli aspetti spirituali legati alle cure tumorali e al percorso storico traballante della attuale medicina di regime. Visto che Ordine Vincere il cancro alla prostata e i vari stati del mondo non si muovono nella giusta direzione, sarà opportuno riprendere in mano il nostro bene più prezioso, la salute, gestirla noi stessi con buon senso, equilibrio e amore.

Il corpo è fragile, ma lo spirito che ci anima non si ammala mai, anzi è la fonte di guarigione di tutti i corpi, è la salute stessa. Occorre chiedersi spesso il perché della nostra presenza sulla Terra. Siamo forse qui per arricchirci? Ma ricchi e poveri vincere il cancro alla prostata ne vanno a mani vuote. Lo ha dimostrato in modo spettacolare il grande Alessandro Magno. Più logico pensare che siamo venuti per imparare qualcosa, per imparare a superare e a trascendere vincere il cancro alla prostata materia.

Purtroppo ci distraiamo troppo e dimentichiamo la nostra sfida e lo scopo del nostro viaggio, e ci lasciamo soffocare dalle cose materiali. Siamo tutti interconnessi e apparteniamo alla stessa famiglia, fratelli e sorelle. La parte più importante di noi e del circondario è quella invisibile. Le sue condizioni di salute determinano quelle del corpo fisico.

Le entità divine come noi sono capaci di tutto e sono in grado di auto-guarire. Le remissioni spontanee sono normali, mentre anormali sono malattia prolungata e morte prima del tempo.

Le leggi della materia sono illusorie e non hanno alcun potere sulla realtà cosmica. Sottomettersi alle leggi materiali vuol dire rinunciare alla propria sovranità e ridursi alla schiavitù. È la nostra anima a condurre la danza. Più le vibrazioni sono elevate ed energizzate, più siamo in armonia e sintonia e sinergia con la Luce della Sorgente e più godiamo di buona salute. Noi non siamo altro che vibrazioni e respiro. Questa facoltà si trova nella sua anima, sede della coscienza e della volontà.

In questo momento ci trasciniamo in un mondo dove la materia fisica prevale sullo spirito. Ma la realtà materiale è costituita da vibrazioni lente e pesanti, ed è limitata nel tempo e nello spazio per cui conduce a malattia, a invecchiamento e a morte.

Tutti i membri delle istituzioni sanitarie si danno una mano per creare malattie dove non esistono. Il sistema sanitario è finalizzato alla malattia:.

Il nostro organismo è una splendida macchina che si adegua sempre, senza dire nulla, a tutte le condizioni a cui viene sottoposto. Ci invia segnali e sintomi solo quando è stressato. I sintomi sono una fortuna protettiva, sono il linguaggio del corpo. La febbre ad esempio è segno di salute. Fa di tutto per annullare i sintomi. Fuori dalle reali emergenze, chirurgia e chimica creano squilibrio in un organismo che ha già difficoltà a restare a galla. Perché è stato loro insegnato questo, con criteri dogmatici.

Il loro inquadramento è di tipo decisamente militare. Ogni tappa naturale della vita femminile viene curata come una malattia. Le donne si vedono arrivare per posta inviti a vincere il cancro alla prostata di questo e di quello che, al di là delle gentili apparenze, sono autentiche missive terroristiche.

La sindrome mestruale è considerata patologica, in menopausa si somministrano ormoni. Si impongono mammografie solo per individuare precocemente e per curare il tumore al seno più in fretta. Ma le analisi sono spesso sbagliate e si cura lo stesso. Non parliamo poi di gravidanza e maternità, trasformate da periodi gioiosi in altrettanti incubi.