Recensioni affetti da cancro alla prostata

Prostata ingrossata: una nuova cura

Se laumento di temperatura in prostatite

L'incidenza del cancro alla prostata nei paesi europei è di 78,9 casi per mila uomini e il tasso di mortalità da questa patologia è di 30,6 casi ogni mila uomini all'anno [II, C]. Questa è la patologia più comune tra la popolazione maschile.

Sebbene la morbilità e la sopravvivenza varino ampiamente nei diversi paesi dell'UE, i tassi di mortalità non differiscono significativamente [II, C]. Le forme subcliniche di cancro alla prostata sono caratteristiche della maggior parte degli uomini sopra i 50 anni [II, A]. Lo screening migliora la rivelabilità e fornisce una diagnosi precoce delle forme asintomatiche che potrebbero non manifestarsi clinicamente nel corso della vita. Studi di screening europei indicano un declino della mortalità per cancro alla prostata di 0,71 per uomini, sebbene a scapito di 48 pazienti trattati in aggiunta al programma radicale per 1 vita salvata.

Non recensioni affetti da cancro alla prostata diminuzione della mortalità totale. Le conclusioni sull'efficacia dello screening della popolazione saranno fatte sulla base dei risultati di un'osservazione più lunga dei pazienti e di un'analisi costo-efficacia, nonché dopo aver valutato la qualità della vita [I, B]. La decisione sulla biopsia della ghiandola prostatica deve essere presa tenendo conto dei parametri del PSA PSA libero, tasso di crescita e concentrazione di PSAdati ABM, dimensioni della ghiandola prostatica, etnia, età, comorbilità, attitudine del paziente a questa procedura e dati di precedenti biopsie [II, B ].

Una biopsia della prostata deve essere eseguita mentre si assumono antibiotici sotto il controllo dell'ecografia transrettale TRUS e si devono ottenere almeno 8 campioni di tessuto [III, A]. Lo studio morfologico dovrebbe determinare la prevalenza del processo tumorale, nonché i gradi di differenziazione totali e peggiori secondo la classificazione di Gleason per ciascun campione di tessuto [IV].

La condizione generale del paziente e la patologia di accompagnamento devono essere valutati. Pazienti che non possono essere considerati candidati a programmi di trattamento radicale a causa dicondizione generale scadente, di solito non è necessario condurre un accurato sondaggio stadialnye [V].

Altri nomogrammi prognostici possono aiutare nella scelta informata dei pazienti. Basso rischio Di norma, non è necessario un esame approfondito. In questo gruppo, un numero maggiore di campioni bioptici positivi, la durata del coinvolgimento di ognuno di essi nel processo tumorale, la concentrazione di PSA e un rapporto inferiore di PSA libero e totale sono associati al rischio di sottostima rispetto ai dati ottenuti a seguito di prostatectomia [III, A ].

Il paziente deve recensioni affetti da cancro alla prostata informato sui possibili benefici e danni delle varie opzioni terapeutiche e consultato da un chirurgo e un radiologo. È necessario avvertire il paziente di possibili violazioni a seguito del trattamento della funzione sessuale, della fertilità e dell'incontinenza urinaria. L'esposizione esterna deve essere eseguita utilizzando tecniche conformi.

La crioterapia, l'HIFU e la terapia focale non sono raccomandati come metodi standard nella prima fase del trattamento e rimangono oggetto di ulteriori recensioni affetti da cancro alla prostata [II, C].

La terapia ormonale immediata in una versione separata non è raccomandata nella prima fase. Non ci sono studi randomizzati completati che confrontino le opzioni di trattamento sopra elencate nel gruppo a basso rischio. Studi prospettici non randomizzati contengono informazioni sulla mortalità quando si utilizzano ciascuno degli approcci terapeutici e possono essere utilizzati nella pratica clinica.

Rischio intermedio Le opzioni di trattamento comprendono la prostatectomia radicale, l'esposizione esterna e la brachiterapia con impianto permanente. Il quarto studio del gruppo nordico per lo studio del cancro alla prostata SPCG è l'unico che confronta la prostatectomia radicale con l'osservazione attiva. Lo studio ha incluso uomini di età inferiore ai 75 anni con la prima diagnosi accertata di carcinoma della prostata clinicamente localizzato, risultati di scansioni ossee negative e il tasso di mortalità del PSA era limitato a un gruppo di uomini di età.

Processo ad alto rischio o localmente prevalente. Le opzioni di trattamento comprendono la prostatectomia radicale o la radioterapia esterna combinata con la terapia adiuvante neo.

Gli approcci al trattamento locale del carcinoma prostatico localmente avanzato si basano sui risultati dell'unico studio randomizzato controllato SPCG-7, a cui hanno partecipato uomini T, mortalità PSA [I, B]. Terapia ormonale neoadiuvante con agonisti LHRH per mesi. La terapia ormonale adiuvante per anni è raccomandata per i pazienti ad alto rischio che ricevono terapia ormonale neoadiuvante e radioterapia recensioni affetti da cancro alla prostata un programma radicale [I, A].

Nello studio RTOG pazienti per 4 mesi. È un'alternativa agli analoghi di LHRH negli uomini che vogliono recensioni affetti da cancro alla prostata la funzione sessuale durante il periodo di trattamento. Ricezione bikalutamida,È necessario prendere in considerazione la possibilità di condurre l'irradiazione profilattica delle ghiandole mammarie durante il primo mese di terapia una singola frazione di 8 Gy che utilizza l'ortovoltaggio o la radioterapia con un fascio di elettroni [I, B].

Gli uomini che iniziano la terapia con analoghi di LHRH devono essere informati che l'esercizio regolare riduce la debolezza e migliora la qualità della vita [II, B]. La radioterapia postoperatoria non appena possibile dopo la prostatectomia radicale non è raccomandata nella pratica di routine. La terapia ormonale adiuvante dopo prostatectomia radicale non è raccomandata [I, A].

Ogni studio ha mostrato il vantaggio della radioterapia postoperatoria nel ridurre il PSA, ma i risultati a lungo termine sono noti solo per lo studio SWOG, a cui hanno partecipato uomini con lo stadio pT3. Nello studio SWOG in senso lato, è stato fatto un confronto tra approcci radicali terapia adiuvante e palliativi terapia ormonale ritardata. Non si deve presumere che i benefici nella sopravvivenza durante la radioterapia adiuvante saranno estesi ai pazienti che sono monitorati per i livelli di PSA con la prescrizione precoce del soccorso radioterapico quando il livello del marcatore aumenta.

La radioterapia sul letto della prostata è piena di complicazioni a carico dell'apparato urinario, dell'intestino e della funzione sessuale. Dopo la prostatectomia radicale, i pazienti devono essere osservati con la determinazione del PSA utilizzando una tecnica sensibile; con un aumento del PSA, si raccomanda di prescrivere il salvataggio della radioterapia sul letto della prostata [II, B].

Attualmente non esistono studi randomizzati che confrontino la radioterapia di salvataggio e il monitoraggio negli uomini con livelli elevati di PSA. Un totale di morti in questo gruppo sono adatti per l'analisi. La biopsia del letto prostatico non è indicata nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale per carcinoma prostatico [V]. HIFU, crioterapia, chirurgia di salvataggio [V]. La terapia ormonale negli uomini affetti da cancro alla prostata e con recidiva da marcatore non è raccomandata nella pratica di routine tranne nei seguenti casi:.

Se ci sono sintomi persistenti sospetti di enteropatia post-radiazioni, è recensioni affetti da cancro alla prostata un esame completo, inclusa la sigmoscopia, per escludere la colite o il cancro del colon-retto. Lo standard del trattamento di prima linea è recensioni affetti da cancro alla prostata soppressione androgenica, eseguita mediante l'orchestrazione bilaterale o gli agonisti LHRH.

Per la prevenzione della sindrome da focolaio, deve essere prescritto un breve ciclo di trattamento con antiandrogeni prima di iniziare la terapia con agonista LHRH. I moderni analoghi di LHRH sembrano fornire un'adeguata riduzione dei livelli di testosterone e non richiedono la prescrizione di antiandrogeni per controllare il rilascio di testosterone.

Sono attesi gli ultimi risultati della valutazione della terapia ormonale intermittente, sebbene dati precedenti suggeriscano un'efficacia simile di questo approccio e una ablazione ormonale costante. I pazienti con malattia refrattaria alla castrazione devono continuare il trattamento con soppressione androgenica [I, A].

Numerosi studi sono stati dedicati alla valutazione dell'efficacia del blocco massimo degli androgeni, costituito da antiandrogeni aggiunti agli analoghi di LHRH o orchiectomia. Differenze più pronunciate sono state trovate in studi precedenti quando le forniture di LHRH erano meno affidabili; in studi successivi, un confronto tra orchestomia e orchiectomia in combinazione con flutamide non ha mostrato i vantaggi del blocco massimo degli androgeni con una minore qualità della vita in questo gruppo.

Data la mancanza di benefici pronunciati in termini di sopravvivenza, costo e tossicità degli antiandrogeni, la deprivazione androgenica dovrebbe essere lo standard di prima linea per la terapia ormonale per il cancro alla prostata. I pazienti con malattia refrattaria alla castrazione dovrebbero ricevere una recensioni affetti da cancro alla prostata linea antiandrogeniuna terza linea corticosteroidi ed eventualmente una terapia con ormoni di quarta linea estrogeni o chetoconazolo [II, C].

I pazienti nei quali l'aggiunta di anti-androgeni si è dimostrata efficace possono ulteriormente beneficiare recensioni affetti da cancro alla prostata sospensione di questi farmaci. Usare il miglior valore di PSA come marker sostitutivo per valutare la sopravvivenza è controverso. In recensioni affetti da cancro alla prostata studio ampio, randomizzato, multicentrico di fase III TAXsono state confrontate due diverse modalità di docetaxel e una combinazione di mitoxantrone e prednisolone.

I pazienti in tutti e tre i gruppi hanno ricevuto prednisone. L'aspettativa di vita media era di 19,2 mesi. Altri effetti collaterali includono debolezza, alopecia, diarrea, neuropatia, edema periferico, diminuzione della funzione sessuale. Si è concluso che il vantaggio del regime di tre settimane di somministrazione di docetaxel in termini di effetto palliativo e longevità. La combinazione di docetaxel con estramustina è anche un regime efficace, ma più tossico.

La radioterapia palliativa a distanza dovrebbe essere prescritta a pazienti con malattia refrattaria alla castrazione nelle metastasi ossee con dolore.

Uno studio prospettico randomizzato che ha coinvolto pazienti con recensioni affetti da cancro alla prostata del dolore non ha mostrato alcun vantaggio in termini sia della percentuale di raggiungimento che della durata dell'effetto analgesico durante l'irradiazione a una dose di 30 Gy per 10 frazioni rispetto a una singola frazione di 8 Gy.

Questo fatto è stato confermato in numerosi studi e recensioni affetti da cancro alla prostata. La monoterapia con stronzio è più efficace del placebo nel ridurre il dolore associato a metastasi ossee in pazienti con malattia refrattaria alla castrazione. In uno studio canadese sono stati analizzati i risultati del trattamento di uomini che hanno ricevuto una radioterapia a distanza per metastasi ossee con obiettivo palliativo.

È stato dimostrato che lo stronzio aumenta il tempo fino alla ripresa del dolore. Samarium è stato anche studiato in studi clinici che recensioni affetti da cancro alla prostata coinvolto pazienti affetti da cancro alla prostata. Bisogna prendere in considerazione i bifosfonati per via endovenosa per il dolore osseo e l'inefficacia della radioterapia palliativa e degli antidolorifici standard [I, B].

Saad et al hanno riportato i risultati di uno studio randomizzato con tre gruppi di confronto in pazienti con carcinoma prostatico refrattario metastatico che hanno ricevuto 1 acido zoledronico 4 mg i. Tutti i pazienti hanno continuato la privazione ormonale o altri tipi di trattamento antitumorale secondo le indicazioni.

Più di pazienti sono stati inclusi in ciascun gruppo. Elevate dosi di zoledronato causavano una recensioni affetti da cancro alla prostata della funzionalità renale e i pazienti che erano stati assegnati in modo casuale al gruppo dell'acido zoledronico alla dose di 8 mg richiedevano una riduzione della dose del farmaco a 4 mg.

Con un periodo di osservazione di 15 mesi. Allo stesso tempo, le differenze tra il gruppo trattato con zoedronato 8 mg e il gruppo placebo non erano statisticamente significative. Non sono state riscontrate differenze tra i gruppi confrontati e in tali indicatori come tempo di progressione, condizioni generali e qualità della vita.

Quando si utilizza l'acido zoledronico in questa categoria di pazienti, è necessario valutare i benefici attesi e il possibile rischio di effetti collaterali, quali anemia, febbre, edema, debolezza, mialgia e osteonecrosi della mascella. Nelle lesioni metastatiche della colonna vertebrale con dolore nei pazienti refrattari alla castrazione del carcinoma della prostata, deve essere eseguita la risonanza magnetica per escludere la compressione subclinica del midollo spinale [III, B].

La compressione del midollo spinale peggiora significativamente la prognosi e il riconoscimento precoce di questa complicanza è la chiave del successo del trattamento. Gengive sanguinanti. Rosso, rosso, lentigginoso E ora con il cancro!

Il recensioni affetti da cancro alla prostata dei capelli rossi porta al cancro della pelle! Lascia Il Tuo Commento.