Biomarcatori del cancro alla prostata

Nuovi biomarker per la diagnosi precoce del tumore della prostata

Massaggio della mano sulla prostata

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile. Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico.

Nota che i numeri tra parentesi [1], [2], ecc. Sono link cliccabili per questi studi. La storia della diagnostica dei biomarcatori del cancro alla prostata PCa è di tre quarti di secolo. Nei suoi studi, A. Gutman et al. Successivamente, è stato sviluppato un metodo più accurato per determinare la subfrazione specifica della prostata della fosfatasi acida PAP.

MS Wong e altri descrissero una proteina specifica per la ghiandola prostatica e successivamente biomarcatori del cancro alla prostata un antigene prostatico specifico PSA.

È stato dimostrato che il PSA è caratterizzato esclusivamente dalla localizzazione prostatica e il suo livello è stato aumentato sia nell'iperplasia benigna che nel cancro alla prostata. Attualmente sono stati scoperti molti biomarcatori del cancro alla prostata marcatori del cancro alla prostata. È noto che la perdita di "ponti" intercellulari e la connessione con le cellule epiteliali vicine è uno dei primi stadi dello sviluppo del tumore.

La diminuzione dell'espressione della E-caderina, che è spesso osservata nel cancro della prostata, è correlata alla sopravvivenza, alla fase clinica e morfologica della malattia. Come dimostrato da numerosi studi, i principali enzimi prodotti da tumore e componenti distruggendo della matrice extracellulare - tipo IV collagenasi metaldoproteinaza-2, -9, MMP-2 e MMP A questo proposito, si ritiene che il grado di aumento della produzione di collagenasi rifletta l'aggressività del tumore e la sua capacità di ulteriore diffusione locale.

Il gene p53, biomarcatori del cancro alla prostata nel nucleo della cellula, è considerato un soppressore della biomarcatori del cancro alla prostata del tumore. Previene l'ingresso di una cellula dal DNA danneggiato nella fase sintetica del ciclo di fissione e induce l'apoptosi. La perdita di p53 normalmente funzionante porta a una divisione cellulare incontrollata. Il gene p5S è l'omologo funzionale di p I suoi prodotti sono peculiari solo dello strato basale dell'epitelio della ghiandola prostatica, nella cui formazione gioca un ruolo importante.

Nel cancro della prostata, l'espressione di pB3 è significativamente ridotta, che si trova negli studi immunoistochimici. Le proteine p21Cip1 e biomarcatori del cancro alla prostata sono soppressori del tumore che inibiscono tutti i tipi di chinasi dipendenti dalla ciclina CDK e impediscono alla cellula di entrare nella fase successiva del ciclo di fissione.

La stragrande maggioranza delle cellule umane ha un numero programmato di divisioni, dopo di che sono apoptotiche o passano alla fase G0 del ciclo cellulare. I "contatori" delle divisioni cellulari sono telomeri - sezioni cromosomiche terminali contenenti ripetute patch nucleotidiche corte TTAGGG. Con ogni divisione della cellula, i telomeri si biomarcatori del cancro alla prostata.

Tuttavia, i telomeri possono anche essere completati con l'aiuto della ribonucleoproteina telomerasi. Esiste una relazione tra l'attività della telomerasi, il grado di differenziazione dell'adenocarcinoma sulla scala di Gleason e l'aggressività locale del tumore. Attualmente sta esplorando attivamente la possibilità di creare inibitori della telomerasi per il trattamento del cancro alla prostata.

Si ritiene che questo gene influenzi lo sviluppo e la differenziazione dei tessuti, ma la sua funzione non è stata stabilita fino ad oggi. L'espressione del gene nel tessuto dell'adenocarcinoma della prostata biomarcatori del cancro alla prostata un indicatore altamente specifico. Per vari tipi di patologia della ghiandola, l'eccesso del suo contenuto normale è notato fino a 34 volte.

Ki e RSNA rilevati con biomarcatori del cancro alla prostata nei nuclei delle cellule in ogni fase attiva del ciclo cellulare G1, S, G2, Mma sono assenti in G0 fase, che permette di utilizzare loro marcatori efficaci di proliferazione cellulare e la determinazione della frazione di crescita di cellule popolazione. Una correlazione è stata trovata tra questo indicatore e il punteggio di Gleason, biomarcatori del cancro alla prostata stadio di PCa e il livello di PSA, ma i dati sono incoerenti rispetto al suo significato prognostico.

Non ci sono attualmente prove convincenti dell'efficacia della rilevazione di Ki e RSNA di valutare il rischio di invasione locale, metastasi o recidiva biochimica dopo prostatekgomii radicale.

I meccanismi alla base della formazione delle metastasi ossee del cancro alla prostata sono stati finora poco studiati. Si suggerisce che le cellule di biomarcatori del cancro alla prostata per la permeazione attraverso l'endotelio dei vasi midollari utilizzino gli stessi meccanismi dei linfociti e delle cellule progenitrici circolanti. Una delle condizioni necessarie per l'adesione all'endotelio e allo stravaso è la presenza del recettore CD44 sulla superficie cellulare.

Racemaz si riferisce agli enzimi che catalizzano la transizione degli acidi grassi ramificati dagli stereoisomeri da R a S. Quando vengono attivate le ossidasi perossidiche, i processi di radicali liberi vengono rafforzati e il DNA della cellula viene danneggiato. Next page.

Biomarcatori del cancro alla prostata are here Principale. Ricerca genetica. Esperto medico dell'articolo. Nuove pubblicazioni Tè blu: benefici e danni, controindicazioni. Un pugno nell'occhio per un uomo. Iodio durante la gravidanza.

Iodinolo nel mal di gola: come allevare e sciacquare? Morso di medusa: sintomi, conseguenze, che a trattare. Succhi di diabete mellito di tipo 1 e 2: benefici e danni. Diagnosi molecolare del cancro alla prostata. Alexey PortnovEditor medico Ultima recensione: È importante sapere! Prima dell'inizio del metodo PSA, una biopsia della ghiandola prostatica veniva eseguita solo per chiarire la diagnosi e lo scopo della terapia ormonale in caso di palpabile rilevazione di cambiamenti nella ghiandola o nelle metastasi del cancro alla prostata.

Leggi di più You are reporting a typo in the following text:. Typo comment. Leave this field blank.