Adenoma dei sintomi del cancro alla prostata

Cancro alla Prostata: Sintomi, Cause e Trattamenti

Sollievo dal dolore nella prostata

Dopo aver scoperto la malattia, mi sono rivolto subito al Gemelli di Roma, dove ho conosciuto il dott. Bassi, grande medico con una equipe tutta speciale ottimi dottori ed infermieri. Per me queste sono le vere eccellenze italiane, tutti preparati e ognuno al suo posto. Un grazie a tutti da parte mia. Mia moglie M. Nazario Foschi, medico gentile e preparatissimo. Ringraziamo per il lavoro eseguito, al termine di una lunga operazione dove più equipe si sono succedute. Oggi mia moglie sta benissimo, ringrazio il Dr.

Foschi per il lavoro fatto e la professionalità profusa. Il Gemelli non ha eguali nel mondo con medici dalle mani d'oro. Un particolare ringraziamento va ai medici e infermieri del reparto di urologia. Ho avuto la fortuna di conoscere il Dott.

Angelo Totaro, un grande professionista con una umanità fuori dal comune. Davvero una persona speciale, mi dispiace solo di non averlo conosciuto prima. Dal mio padre è stato seguito per ipertrofia prostatica presso lo studio del Dr. Bassi con controlli semestrali. Durante la degenza ospedaliera il Dr. Bassi, pur essendo in servizio e pur essendo a adenoma dei sintomi del cancro alla prostata della presenza del suo assistito adenoma dei sintomi del cancro alla prostata reparto, non è mai venuto neanche a salutare mio padre.

Impossibile parlare con i medici strutturati, neanche nelle ore previste per i colloqui con i familiari dei ricoverati. Per non parlare del post- operatorio! Tornati a casa mio padre ha avuto due episodi di macroematuria. Il dr Pinto, medico di riferimento, più volte contattato alla email aziendale e personale, non ha mai risposto; l'esame istologico è stato comunicato via email dopo 2 mesi e mezzo, pur essendo stato refertato dopo un mese dall'intervento, e dopo miei numerosi adenoma dei sintomi del cancro alla prostata con il nostro medico curante abbiamo sottoposto mio padre a controlli dell'emocromo e delle urine e deciso di intraprendere terapia con ferro per l'insorgenza di anemia sideropenica.

Del Dr. Pinto nessuna traccia. E nessuna risposta neanche al numero telefonico per le urgenze indicato sul foglio di dimissione. Fortunatamente esito negativo dell'istologico, ma in futuro ci terremo ben lontani da questo reparto, dove purtroppo hanno dimenticato che cosa siano il rapporto medico paziente e l'assistenza medica.

Mi sono recato dal prof. Bassi per un consulto in seguito ad una diagnosi fatta da altro urologo secondo me errata. In pochissimo tempo è riuscito a capire realmente quale fosse il problema e che appunto non aveva nulla a che vedere con la precedente diagnosi sclerosi del collo vescicale. Dopo quasi un anno di visite, esami e medicinali, finalmente nel giro di 2 mesi adenoma dei sintomi del cancro alla prostata quasi risolto il mio problema andando da un osteopata e facendo esercizi muscolari.

Quindi un grande grazie al prof. Bassi che ha capito subito quale fosse il mio problema. Mia moglie è stata operata di cistectomia radicale nell'ottobre per un carcinoma vescicale presso una struttura privata. A seguito di complicazioni varie, mi presento dal prof. Bassi nel mese di dicembre e poi ripetutamente nei mesi successivi. Ora che mia moglie è purtroppo deceduta, posso confermare pienamente quanto detto da altri.

Persona molto arrogante e di nessuna disponibilità. Praticamente ci ha solo indirizzati presso il day hospital di oncologia del Gemelli. Nei mesi di luglio ed agosto ho inseguito per due mesi la sua struttura perché fossero cambiati gli stent a mia moglie che stava malissimo Da allora non l'ho più visto né sentito.

L'unica occasione nella quale si è mostrato attivo e presente è stata nel precisare che lui era "professore" e gli altri semplici "dottori". Mio padre e' stato operato alla prostata dal Dr. L'operazione ha avuto complicazioni dopo 4 mesi, e quando mio padre si e' dovuto ripresentare in ospedale a causa di una setticemia, si è praticamente reso indisponibile. Confermo quello che ho letto nella maggior parte dei commenti riportati qui sulle recensioni degli utenti: arrogante e poco disponibile.

Ritengo che in questo reparto ci sia troppa distanza tra medico e paziente. Troppa fretta, insufficiente disponibilità nel dare spiegazioni e mancata avvicinabilità da parte dei medici. Questo campo è sempre un campo medico, in cui occorrerebbero a mio avviso umanità, cordialità e disponibilità per poter dare tutte le spiegazioni che servono, senza fretta, facendo sentire il paziente curato e assistito nel vero senso della parola, tranquillo per le varie patologie che potrebbe avere, certo di ricevere tutte le informazioni e risposte che occorrono ma, soprattutto, le cure e soluzioni migliori per risolvere il problema.

Ritengo che sotto questi aspetti, ci sia un po' di carenza e che ci si debba prestare un pochino più di attenzione. L'onnipotenza umana non esiste, da nessuna parte. Purtroppo, c'è ancora bisogno di medici che scelgano questa professione per vera passione, dettata dal cuore.

Il paziente lo avverte e lo fa sentire meglio. Mia mamma è morta senza neanche il primo approccio alle cure. Unica piccola pecca, il rapporto fra i medici del reparto e il paziente, forse troppo distaccato e con poche spiegazioni. Per il resto, ottime competenze. Il dottor Totaro non solo è medico chirurgo con grande esperienza, ma anche persona speciale, che aiuta il prossimo con grande gioia.

Sono stata seguita ed operata da lui. Mi sono meravigliata per la sua disponibilita, precisione ed esperienza. Comlimenti dottore! E grazie mille, che non ho potuto ancora dirvelo. Varyk Nadiya. Ringrazio il Prof.

Bassi, il Prof. Racioppi e tutti gli altri medici e paramedici dello staff di urologia per l'intervento di nefrectomia parziale adenoma dei sintomi del cancro alla prostata robot assistita, al quale sono stato sottoposto con successo. La degenza è stata confortata adenoma dei sintomi del cancro alla prostata ripetuti controlli post-operatori e da una continua assistenza e gentilezza di tutto il personale adenoma dei sintomi del cancro alla prostata.

Grazie ancora a tutti, augurandovi un Buon Natale ed un felice anno nuovo unitamente ai vostri cari. Competenza, professionalità e gentilezza: questo ho trovato per mio padre dal professor Bassi e da tutto il suo staff medico e paramedico. Di nuovo grazie professore per come sta curando da anni mio padre.

Il presente commento serve semplicemente per mettere in luce la professionalità adottata dal Prof. Bassi e al suo staff, in particolar modo al Dott. Palermo, il quale mi è stato vicino sia durante l'operazione, sia dopo la stessa, con tutte le problematiche avute successivamente all'operazione. La mia operazione non è stata delle più complicate, ma purtroppo le problematiche post operatorie sono state molteplici, e da qui ho apprezzato di cuore la disponibilità da parte dello staff del Prof.

Mi voglio inoltre e non perchè sia in secondo piano soffermare sulla professionalità ed organizzazione che tutto lo staff ed il reparto hanno nello svolgimento e valutazione delle varie metodiche da applicare nella ricerca della risoluzione dei problemi che ognuno di noi ha. Quanto detto è stato applicato come normalità su tutti i pazienti e senza alcuna discriminazione. Al Prof. BASSI: esprimo gratitudine a Lei e a tutto il suo staff medico e infermieristico del reparto di urologia da lei diretto.

Nei miei 23 giorni di degenza mi sono trovato vicino tutto lo staff, che mi hanno dato forza con la loro presenza, anche se l'intervento chirurgico effettuato dal dott. Marco Racioppi è stato lungo e difficile. Lo ringrazio profondamente con tutto il cuore.

Bassi per avermi dato la forza di affrontare con serenita' questa difficile prova, anche se ci sarà ancora da lottare. A tutto il reparto di urologia del Prof. Per questo riescono a gestire e risolvere situazioni anche difficili e complesse. Il loro operato, la capacità di seguire, curare e trovare soluzioni sempre personalizzate, mi ha reso più serena e fiduciosa, restituendo normalità alla vita di tutti i giorni.

Buongiorno Professor Bassi, parlare di Lei mi emoziona, quello che adenoma dei sintomi del cancro alla prostata fatto per me è stato veramente speciale. Mi ritengo veramente fortunato ad averLa incontrata!! E' mio desiderio esprimere poi, sentimenti di gratitudine a tutto lo Staff medico-infermieristico del reparto di Urologia da Lei diretto, in modo particolare vorrei tramite Lei ringraziare il dott. Ragonese Mauro e l'infermiere Figliolia Salvatore per la loro alta professionalità, competenza e costante supporto.

Sono stati in tutti i mesi della mia degenza sempre disponibili e solerti. Il loro aiuto umano è stato davvero irripetibile: Di fronte al male a volte non si trova una spiegazione, grazie a Lei e al suo staff medico-infermieristico ho sperimentato invece la presenza di un bene tangibile e concreto nella nostra Società Pubblica di cui spesso invece vengono troppo facilmente evidenziati aspetti negativi e malfunzionanti.

Questo dona davvero fiducia, speranza e ottimismo. Rinnovo ancora il mio più sentito ringraziamento a Adenoma dei sintomi del cancro alla prostata Prof. Forse il professore è molto competente, non entro in merito, ma di certo non dovrebbe avere a che fare con le persone che stanno male. E' scorbutico, frettoloso e per quanto riguarda il mio problema di salute non mi è stato assolutamente d'aiuto, mi sono dovuta rivolgere ad un altro medico.

Concludo dicendo che di medici molto bravi ce ne sono tanti e non c'è bisogno di andare da questi luminari. Dopo aver fatto un'ora di sala d'attesa, siamo stati ricevuti. Dalla sola visione di un esame, il prof. Bassi aveva già posto indicazione operatoria che tipo d'intervento non è stato lecito saperlo.

L'anamnesi sommaria, nemmeno le patologie e i adenoma dei sintomi del cancro alla prostata sono state domandate. Quando abbiamo fatto notare, a fatica, perchè adenoma dei sintomi del cancro alla prostata permette a nessuno di parlare, che c'era una discordanza tra gli esami e la sintomatologia, ci ha liquidati con la solita terapia e altri esami da fare. Nessun esame obiettivo, nessuna esplorazione rettale.